Il batter d’ali di Milik e l’effetto farfalla

“Può, il batter d’ali di una farfalla in Brasile, provocare un tornado in Texas?”

Questo si chiedeva Edward Lorenz, noto matematico e meteorologo statunitense. Egli si rese conto che nella meteorologia, secondo questa teoria, un battito delle ali di un gabbiano sarebbe stato sufficiente ad alterare il corso del clima per sempre.

Questo principio si basa sull’indeterminatezza di sviluppo di un sistema fisico complesso non lineare. In poche parole in un sistema ricco di variabili, come può essere considerato il mondo nella sua interezza, è sufficiente un piccolo cambiamento delle condizioni iniziali per farne conseguire risultati impensabili ed incalcolabili nel corso del tempo.

E così, da un semplice batter d’ali di una farfalla in Brasile, può formarsi un tornado in Texas. Così come dall’infortunio di Arkadiusz Milik si è scatenato il tornado Dries Mertens. Chi l’avrebbe mai potuto immaginare in quel triste 9 ottobre 2016 per i tifosi partenopei?

Polonia – Danimarca, 35′ minuto: Milik esce dal campo dolorante. Già le prime immagini non lasciano presagire nulla di buono. Poi il responso definitivo: rottura del crociato per l’attaccante polacco, si va dai 4 ai 6 mesi di stop. Lo sbatter d’ali che ha stravolto il cammino del Napoli nel corso della stagione di allora e di quella successiva.

E’ stato un batter d’ali tristissimo e negativo. Ma la teoria del caos conseguente all’effetto farfalla insegna anche questo: ciò che accade di negativo potrebbe generare conseguenze tanto insperate quanto straordinarie.

E così dall’infortunio di Milik irrompe sulla scena prepotentemente, dopo il tentativo Gabbiadini, il tornado Mertens. Una calamità naturale che spazza tutto ciò che si trova innanzi ed ammalia gli spettatori grazie alla sua straordinaria bellezza calcistica. Una macchina quasi perfetta che nella prima stagione da prima punta arriva a 28 gol e che si sta confermando su livelli sovrannaturali anche nell’attuale stagione.

Nessuno se lo sarebbe mai aspettato in quel giorno triste, nessuno ne farebbe più a meno ora. Ora la “farfalla” Milik è tornata ed è pronta a dar battaglia al fianco del suo “tornado” Dries Mertens. Il caotico susseguirsi degli eventi compie a volte cose straordinarie. Non potremmo mai sapere con certezza cosa ci aspetta in questa vita, delle volte possiamo solo stare lì a goderci ciò che ci è riservato. Probabilmente meglio così. Molto meglio così.

Di Emanuele Cardella

emanuelecardella14@gmail.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...