UN LUNEDI DI NOVEMBRE SOLEGGIATO

Stasera alla “Scala del calcio” andrà in onda LA partita, Italia-Svezia davanti ad un San Siro mai cosi pieno per la nostra nazionale, più di 70000 cuori azzurri a battere insieme per andare ad un Mondiale che non ha ragione di essere senza la nostra presenza. Dobbiamo ribaltare uno scomodo 1-0 a favore degli svedesi, ma non possiamo e non dobbiamo farci intimorire, siamo l’ Italia e lo dimostreremo.

Sono ancora vive le emozioni che ci ha fatto provare la, seppur mediocre, nazionale di Conte che ci ha preso per mano, facendoci sognare ad occhi aperti durante l’ultimo europeo.  Abbiamo bisogno degli stessi occhi inferociti che abbiamo visto durante l’inno di Mameli, della stessa voglia di morire per il proprio compagno, lo stesso senso di appartenenza che quello stemma sul petto impone di avere. Forse Ventura non è Conte, probabilmente non abbiamo un’identità di gioco e neanche giocatori in grado di risolvere la partita da un momento all’altro, ma la maglia azzurra è qualcosa di più. Più dei moduli, più dell’ allenatore,  più dei giocatori stessi.

La maglia azzurra è come quell’amico che incontri solo d’estate, al mare, al quale leghi ricordi speciali ed indimenticabili. Magari non lo vedi e non lo vivi per mesi, a volte anni, ma poi ogni talvolta che si avvicina il momento di rivedersi è impossibile trattenere l’adrenalina, l’ irrefrenabile voglia di riabbracciarsi. Quando accade poi, si ripete sempre la stessa storia, si ricordano i bei momenti passati insieme ( ognuno di noi si ricorda esattamente dove fosse il 9 Luglio di 11 anni fa) e si aspettano insieme quelli che segneranno indelebilmente un altra estate, l’ennesima. Perchè, diciamoci la verità, per una nazionale con la nostra tradizione le varie qualificazioni ed amichevoli durante i mesi invernali non risvegliano l’ amore carnale che proviamo per i colori azzurri. Ma questa sarà diverso.

Fa freddo, non si vede più cosi tanto spesso il sole, è lunedì e tra una settimana ritorneremo a battagliare ,in fazioni divise, per il campionato. Ma stasera il nostro amico del mare ci farà una sorpresa, spezzando la routine di ciascuno e facendo riaffiorare ricordi ed emozioni che pensavamo si potessero vivere solo d’estate. Ma in fondo l’estate è uno stato d’animo. E non c’è estate che tenga senza il proprio sole, e se per andare in una fredda Russia i nostri azzurri avessero bisogno di un lunedì di novembre soleggiato?

U.S.

dinzet@libero.it

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...